200-120 Cisco100-101Exam Answers 070-411 70-410 C2020-703 Cisco352-001 Study Guides 200-125 352-001 70-410 100-101 600-199 E20-690 070-688 100% Pass Guarantee of YourRCDD-001100% Free VCE Files 400-351 SK0-004 101-400 1Z0-061 352-001 300-360 Cisco350-018Dumps - Pacifichem 2017 070-410 70-410 100-101 642-747 642-996 200-125 CAS-002 Study Guide for1Z0-061: Oracle Database 12c 101-400 JN0-692 642-035 70-486 220-802 642-742 200-125 2V0-620 300-070 Ex300 JN0-360 C9530-404 Everything you want to know about LPI117-201 100-105 200-120 70-417 070-411 700-505 700-501 648-232 640-911 070-462 300-115 PMP 300-075 First-hand Cisco210-065test Study Guides 210-060 70-243 70-417 200-120 100-105 117-201 Download Latest Microsoft74-343 exam cas-002 dump C2090-311 70-534 pdf 70-532 pdf 300-370 70-646 exam 1z0-574 dumps 700-039 exam 1Y0-401 exam 210-060 70-243 300-101 CCNP Routing and Switching ROUTE300-101Implementing Cisco IP Routing 300-320 200-125 352-001 Most Accurate Cisco 200-101 Test Get Easily 200-310 100-105 210-260 642-732 jn0-643 642-737 210-060 70-243 CCNP Routing and Switching ROUTE300-101 300-101 300-320 300-070 300-075 ex200 300-115 600-199 EMC E20-690 | Prepare e20-690 exam 070-688 RCDD-001 400-351 Latest h12-211 Exam Questions and Answers
  • CUNEGO SI RIVESTE D’AZZURRO A SESTOLA

    CUNEGO SI RIVESTE D’AZZURRO A SESTOLA

    All’indomani del giorno di riposo il Giro d’Italia prevedeva nel suo percorso una tappa molto impegnativa. Erano infatti 4.000 i metri di dislivello distribuiti nell’Appennino tosco-emiliano con partenza da Campi Bisenzio e arrivo a Sestola per un totale di 219 km con 4 Gpm ufficiali,3 di terza categoria e uno di prima. A dispetto dei simboli ufficiali la tappa non prevedeva mai tratti di pianura costringendo i corridori ad un notevole sforzo. La fuga di giornata non decolla subito,inizialmente ci provano Damiano Cunego,Eugenio Alafaci e Johan Van Zyl ma il gruppo non concede spazio,anche Bobridge tenta l’allungo ma viene neutralizzato. Nella prima salita di giornata attacca Giovanni Visconti con Francesco Manuel Bongiorno,Bongiorno non riesce a mantenere il ritmo imposto dal siciliano che lo stacca in discesa. Su Visconti rientrano Przemyslaw Niemec e Nicola Boem,il vantaggio dei tre inizia ad aumentare sopra al minuto,sul secondo Gpm di giornata (Pietracolora) escono dal gruppo altri 10 corridori, Darwin Atapuma (BMC), Damiano Cunego (NIPPO – Fantini) e Giulio Ciccone (Bardiani – CSF) che danno il via all’azione,raggiunti da Stefano Pirazzi (Bardiani – CSF), Guillaume Bonnafond (Ag2r La Mondiale), Riccardo Zoidl (Trek – Segafredo), Georg Preidler (Giant – Alpecin), Ivan Rovny (Tinkoff), Egor Silin (Katusha) e Nathan Brown(Cannondale). I 10 corridori hanno uno svantaggio da recuperare di circa 2.40,quando mancano 73 km all’arrivo avviene il ricongiungimento e la testa della corsa arriva a 13 corridori. Il gruppo maglia rosa mantiene un distacco sempre costante attorno ai 5 minuti. Quando i fuggitivi arrivano all’impegnativa salita di Pian del falco Preidler tenta l’azione solitaria ma nel punto più duro viene ripreso dal terzetto composto da Cunego,Pirazzi e Ciccone. Grazie a questo forcing Cunego riesce a passare per primo sul Gpm di prima categoria conquistando punti preziosi. I tre corridori diventano sempre più accreditati per la vittoria di tappa ma nella discesa successiva al Gpm di Pian del falco,ripida e ricca di curve insidiose,avviene un episodio decisivo per l’epilogo della tappa: Pirazzi infatti sbagliando la traiettoria di una curva in discesa ha un contatto con Damiano Cunego,costretto a frenare (complice anche la paura di ulteriori pericoli),anche nella curva successiva Pirazzi sbaglia la traiettoria andando fuori strada,a causa di questo rallentamento Ciccone riesce a guadagnare metri in discesa diventando imprendibile. Nel frattempo nel gruppo maglia rosa il ritmo si alza a causa della difficoltà di Brambilla e Doumulin nella salita di Pian del Falco. Nonostante il ritmo alto del gruppo i restanti fuggitivi di giornata riescono a mantenere un discreto vantaggio. Ciccone ottiene la vittoria in solitaria davanti a
    Ivan Rovny e Darwin Atapuma rispettivamente al traguardo con 29 e 42 secondi di ritardo. Giunge quinto all’arrivo a 2.04 Damiano Cunego dopo una gara corsa da assoluto protagonista,riconquistando la maglia azzurra nonostante il rammarico espresso per la mancata vittoria di tappa. Attualmente nella classifica scalatori Damiano Cunego occupa il primo posto con 56 punti davanti a Giulio Ciccone (27) e Tim Wellens (25).

1Comment
  • Posted by Per Pellas on 19 maggio 2016 at 21:11

    Great ride today,happy to see you in the blue jersey/Per.

    Reply

Leave a reply

Cancel reply